La Londra di Sherlock: guida alle location della serie | Movie Tour

La Londra di Sherlock: guida alle location della serie | Movie Tour

“Il mio nome è Sherlock Holmes, e l’indirizzo è 221b Baker Street”.

 

Buckingham Palace, il Big Ben e il London Eye. Il Tower Bridge e il gioielli della Corona. E poi, ancora, il British Museum, la National Gallery, Hyde Park. Questa è la Londra più conosciuta, quella turistica, “da cartolina”. Ma esiste anche un’altra Londra, lontana dai tradizionali circuiti turistici, inedita e avvolta nel mistero. È la Londra di Sherlock Holmes, l’infallibile investigatore nato nel 1887 dalla penna di Sir Arthur Conan Doyle e protagonista di 56 racconti e 4 romanzi, oltre che di 211 produzioni tra teatro, cinema e televisione. L’ultima in ordine di tempo è Sherlock, la serie interpretata da Benedict Cumberbatch e Martin Freeman che dal suo debutto sulla BBC nel 2010, ha incollato allo schermo migliaia di spettatori riaccendendo l’interesse  verso uno dei detective più famosi al mondo.  Una serie brillante che ripropone in chiave moderna le avventure di Sherlock Holmes e del fedele assistente John Watson, ambientandole in una Londra contemporanea. E come nei romanzi, anche nella serie tv (che tornerà con la quarta stagione dal 1 gennaio 2017) la capitale inglese è tutt’altro che un semplice sfondo, ma diventa una protagonista silenziosa delle indagini che vedono per protagonista il geniale detective. Perciò se avete in programma un viaggio nella città inglese e siete fan della serie di Mark Gatiss e Steven Moffat non potrete certo sfuggire ad un itinerario insolito che, seguendo le tracce “televisive” di Sherlock e Watson, vi farà guardare Londra con occhi diversi.

 

Baker Street

Da dove potrà mai cominciare una visita alla scoperta della Londra di Sherlock Holmes? Elementare, Watson, dal 221b di Baker Street, e da dove se no. Perchè è proprio qui che Doyle colloca l’abitazione fittizia di Holmes e Watson. Ma questa deliziosa via a pochi passi dal Regent’s Park, nel cuore di Marylebone, esiste davvero ma al 221 troverete solo un edificio come tanti. Spostandovi però al civico 239, c’è lo Sherlock Holmes Museum (metro: Baker Street), dove l’universo del nostro eroe è stato ricostruito fedelmente alle descrizioni del romanzo. Per le scene della serie invece i produttori hanno scelto un altro luogo della capitale inglese: North Gower Street nel quartiere di Camden. Qui, al civico 187 (che un tempo ospitò anche Mazzini), troverete la porta che nella serie è usata come ingresso dell’appartamento di Sherlock.

Metro: Euston Square (Linee Circle, Hammersmith & City, Metropolitan)

Credits: Romina Gismondi

 

Speedy’s bar

E già che vi trovate in North Gower Street, non dimenticate di fare un salto da Speedy’s. Attaccato al portone usato per la serie  c’è infatti il ristorante frequentato spesso dall’investigatore e John. L’interno del locale è stato usato in alcune scene dell’episodio “Scandalo a Belgravia” e, i ben informati assicurano che spesso durante le riprese il cast venga a rifocillarsi  proprio qui.  Se vi fermate da Speedy ordinate lo Sherlock sandwich: pollo, pancetta, formaggio, peperoni, cipolla, cetriolo e lattuga; in alternativa c’è quello intitolato a Watson: verdure grigliate, spinaci, formaggio e cipolla.

Metro: Euston Square (Linee Circle, Hammersmith & City, Metropolitan)

Credits: M Cheung/Flickr

 

Russell Square Gardens

Dove tutto iniziò. In questi incantevoli giardini, non lontano da North Gower Street, a 10 minuti a piedi di distanza, John Watson rivede il vecchio compagno di università Mike Stanford. Un incontro che cambierà il suo destino perché sarà proprio grazie a Stanford che il cammino di Watson si incrocerà con quello di Sherlock Holmes. Poco distante dai giardini di Russell Square si trova anche il British Museum, uno dei più grandi musei al mondo.

Metro: Russell Square (Linea Piccadilly)

Credits: Alex Drennan/Flickr

 

St. Bartholomew’s Hospital

Per molti versi l’ospedale di Saint Bartholomew nel quartiere di Smithfield, soprannominato dai londinesi semplicemente Barts, è la location chiave di Sherlock. Non solo è il luogo dove avviene, sia nei romanzi che nell’adattamento tv, il primo fatidico incontro tra John e Sherlock, ma ricorre molte altre volte nella serie. Ed è sul tetto del Saint Bartholomew che avviene il confronto tra Moriarty e Sherlock e il salto (quasi) mortale che segue alla fine dell’ nell’episodio “The Reichenbach Fall” (2×03). Non si può andare su, ovviamente, ma è possibile rivivere il volo pindarico di Sherlock – e ammirare la splendida architettura del 18 ° secolo dell’edificio- dal punto di vista di John Watson, al sicuro, a terra.

Metro: St Paul’s (linea Central) un

Credits: sarflondondunc/Flickr

 

Chinatown

Nel secondo episodio della prima stagione, “The Blind Banker”, Holmes e Watson attraversano la colorata Gerrard Street, cuore pulsante della Chinatown di Londra. La zona, che si trova nel celebre quartiere di Soho, è un pullulare di ristoranti cinesi e negozi di souvenir orientali. La riconoscerete dalle caratteristiche lanterne cinesi rosse sospese in aria e dal Feng Shui Inn, il famoso portale cinese all’ingresso orientale di Gerrard Street dove scattarsi una foto ricordo è d’obbligo.

Metro: Leicester Square (linee Northern e Piccadilly)

Credits: Darwin Bell/Flickr

 

Skate Park di South Bank

Nel cuore del quartiere più dinamico e culturalmente stimolante di Londra si trova il luogo più amato dai giovani londinesi: lo Skate Park di South Bank, il più antico parco per skaters al mondo, situato lungo le rive del Tamigi;qui Sherlock e Watson si recano alla ricerca di indizi per risolvere il mistero del “The Blind Banker”. Sempre restando a South Bank, potete visitare anche la Oxo Tower. Sulla riva del Tamigi di fronte ad essa, tra i due porticcioli di legno, Sherlock, John e Lestrade trovano il corpo di una guardia della Galleria che possiede il falso Vermees nell’episodio “The Great Game”.

Metro: Waterloo (linee Bakerloo, Jubilee e Northern)

Credits: MissLLJ/Flickr

 

Tapas Brindisa

Nella prima puntata, “A Study in Pink”, Sherlock e John, mentre cercano di scoprire l’identità del killer che induce le sue vittime a suicidarsi, si appostano in sua attesa al Tierra Brindisa in Northumberland Street. Il ristorante, che dopo le riprese è stato rinominato Tapas Brindisa, in realtà si trova al 46 di Broadwick Street a Soho. Ma per una coincidenza voluta a Northumberland Street esiste da moltissimi anni lo storico Sherlock Holmes Pub (metro: Charing Cross, linea Northern e Metropolitan), tipico pub inglese, buon cibo, birra a volontà e atmosfere che ricordano la Londra vittoriana.

Metro: Oxford Circus (linee Central, Bakerloo e Victoria) e Tottenham Court Road (line Central e Northern)

Credits: Garry Knight/Flickr

 

Battersea Power Station

Ricordate l’edificio con i maialini gonfiabili tra quattro ciminiere bianche sulla copertina dell’LP Animals dei Pink Floyd? Sì è proprio lei, la Battersea Power Station che gioca un ruolo vitale anche nel primo episodio della seconda stagione, “Scandalo a Belgravia”, quando Lestrade, Sherlock e Watson si recano alla centrale dismessa per esaminare un cadavere ritrovato nelle vicinanze. E sempre qui, all’interno dell’edificio, Irene Adler incontra John rivelandole di essere ancora viva. L’iconica e imponente ex centrale elettrica (la prima del Regno Unito in servizio dal 1944) oggi è al centro di un importante progetto di riqualificazione del distretto industriale di Nine Elms. Attorno all’edificio sta nascendo infatti un avveniristico quartiere residenziale a impatto zero, una vera e propria città nella città.

Metro: Vauxhall (linea Victoria)

Credits: diamond geezer/Flickr

 

Borough Market

A quanto pare questa location sarà presente nella quarta stagione. In alcune foto trapelate in rete si vede Sherlock camminare tra i banchi del mercato insieme a John e alla sua bambina, una new entry di questa nuova serie. Il Borough Market merita comunque una visita: è il mercato rionale coperto più famoso e antico di Londra. I suoi banchi offrono il meglio dei prodotti britannici e del resto del mondo. Un caleidoscopio di sapori, profumi e colori, una vera gioia per gli occhi ma soprattutto per il palato. E quando sarete lì tenete gli occhi ben aperti perchè potreste ritrovarvi sul set di un altro celebre film girato a Londra, a due passi dal Borought Market, a Bedale Street, si trova il The Globe Tavern che i più cinefili riconosceranno come l’entrata dell’appartamento di Bridget Jones. Quando si dice “prendere due piccioni con una fava”…

Metro: London Bridge (linee Jubilee e Nothern)

Credits: Magnus D/Flickr

 

New Scotland Yard

Quando Scotland Yard chiama Sherlock risponde e risolve il caso, nei romanzi come nella serie tv. E non è un caso se il database criminale della polizia londinese è chiamato HOLMES (acronimo di Home Office Large Major Enquiry System); e il programma di allenamento dei detective Elementary. Entrambi i nomi sono dedicati proprio al famosissimo detective Sherlock Holmes. Il palazzo dove si trova la sede dei bobbies londinesi non è visitabile, ma una foto davanti all’insegna quella sì che è concessa e, vi sentirete subito detective per un giorno.

Metro: St James Park (linee Circle, District)

Credits: Matt Brown/Flickr

 

…non solo Londra

Gran parte degli interni della serie sono stati girati negli studios di Cardiff. Ma la capitale del Galles ha ospitato anche molte scene in esterna. Benedict Cumberbatch e Martin Freeman hanno girato tra l’altro nella Cardiff Central Library, nel National Museum, al Kitty Flinn e  nella Cardiff University Students’ Union. Tutte le location sono aperte al pubblico e facili da raggiungere, ad eccezione della sala all’interno del Castello Medievale di Cardiff dove è stata girata la scena di Moriarty che ruba i gioielli della corona. Altre location nei dintorni di Cardiff sono il Bush Inn a St. Hilary e la Three Bears Cave a Fforest Fawr. La lapide di Sherlock non si trova realmente nel cimitero di Newport, ma se guardate con attenzione potrete riconoscere il posto esatto in cui Watson parla alla tomba del suo compianto (e vivo) amico. Anche Bristol ha ospitato alcune scene importanti di Sherlock, una in particolare: quella del confronto tra i due protagonisti e Moriarty, alla fine della prima stagione. La scena è stata infatti girata nella Bristol South Swimming Pool. Dirigetevi poi nelle Cotswold del sud, qui nei pressi di Wotton-under-Edge nel Gloucestershire troverete la futuristica Appledore, la casa della nuova nemesi di Sherlock Charles Augustus Magnussen, che abbiamo visto nel finale della terza serie e che in realtà si chiama Swinhay House.

Credits: Les Wilson/David Austin & Associates
Summary
La Londra di Sherlock: guida alle location della serie | Movie Tour
Article Name
La Londra di Sherlock: guida alle location della serie | Movie Tour
Description
In giro per Londra sulle tracce dell’investigatore più famoso al mondo. Ecco dove è stata girata la serie tv Sherlock
Author
Publisher Name
Morsi di Stile


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *