Marmellata di albicocche e curcuma

Marmellata di albicocche e curcuma

Estate è tempo di marmellate e confetture fatte in casa. Frutti di bosco, ciliegie, pesche, fichi, prugne e albicocche. Tutta la frutta più buona al mondo, da custodire in dolcissimi e colorati barattoli da aprire e gustare durante le fredde giornate d’inverno per riassaporare tutto il calore della stagione più calda. La marmellata di albicocche è, insieme a quella di pesche, una di quelle ricette che si preparano da sempre a casa mia. E avere a disposizione le pregiate albicocche vesuviane, quasi praticamente a Km 0, è un privilegio che non va sprecato. Quest’anno alla tradizionale produzione casalinga si è aggiunta una variante davvero golosa: marmellata di albicocche speziata alla curcuma.

  

Qualche settimana fa Setola Sapori mi ha gentilmente omaggiato di alcuni suoi prodotti. Di questa azienda campana è nota la produzione di frutta candita e prodotti per dolci, molto utilizzati per la realizzazione di celebri struffoli. Quello che però non tutti sanno è che tra i prodotti a marchio “Setola, sapori dal cuore italiano” c’è una vasta gamma di spezie pregiate e di grande qualità. Da buona amante delle spezie sono rimasta immediatamente conquistata dai colori vibranti di questi tesori sotto vetro tanto da pensare di utilizzarle per creare una ricetta particolare come questa marmellata di albicocche e curcuma. La curcuma è una spezia di origine orientale dall’intenso colore giallo-arancio, molto usata in cucina (è tra le spezie utilizzate per realizzare il celebre Curry) ma anche nella medicina ayurvedica. Sono note infatti le sue proprietà curative a dir poco portentose. Numerosi studi hanno infatti dimostrato che la curcumina oltre ad essere un potente antiossidante, è molto utile per la prevenzione del diabete di tipo 2 e per proteggere l’organismo dalle infezioni. Le albicocche stanno bene con tante spezie, ho voluto provare questo abbinamento con la curcuma, se non altro per l’accostamento dei loro colori, così solari…eh, beh, devo dirlo, la marmellata che ne è venuta fuori è davvero buonissima, da leccarsi i baffi.

 

 

La marmellata di albicocche è tra le più classiche e le più amate, ed è anche la più facile e veloce da fare.  Solitamente si usa il fruttapec per far compattare in meno tempo possibile la marmellata, io però non ho usato alcun tipo di addensante è la consistenza è risultata lo stesso molto corposa. Infatti, essendo l’albicocca ricca di pectina naturale, questo tipo di marmellata gelifica molto facilmente da sola e non ha bisogno di altri addensanti. Quanto al dolcificante, ho preferito utilizzare lo zucchero di canna anziché quello bianco, perché trovo che dia un sapore più rustico alla marmellata. Le albicocche, nemmeno a dirlo, sono quelle che crescono all’ombra del Vesuvio, estremamente dolci e succose. Quanto al gusto della marmellata, l’ho già detto, è sicuramente insolito e forse non gradito da tutti, ma vale sempre la pena provare!

 

 

Questa marmellata di albicocche e curcuma, dal sapore speziato, è perfetta da spalmare sulle fette biscottate per la prima colazione al mattino o per farcire torte, crostate, biscotti e sfogliatine. Ma trovo che il suo sapore così particolare ne rende ideale anche il suo utilizzo “da degustazione”, accompagnata ad un bel tagliere di formaggi stagionati, erborinati o caprini. E se la travasate ancora bollente in vasetti di vetro ben sterilizzati e sottovuoto (vi rimando qui per la tecnica corretta), la potrete conservare a lungo. In questo modo potrebbe essere perfetta come idea regalo, da mettere in un cesto gastronomico a Natale.

 

 

Marmellata di albicocche e curcuma
Preparazione
20 min
Cottura
55 min
Tempo totale
1 h 15 min
 

La dolcezza dell'albicocca si unisce al buono della curcuma per una marmellata dal gusto insolito ma sorprendente

Keyword: albicocche, curcuma, marmellata
Porzioni: 2 vasetti da 330 ml
Ingredienti
  • 600 gr albicocche mature (private del nocciolo)
  • 300 gr zucchero di canna
  • 1 limone , succo
  • 1 cucchiaino Curcuma in polvere Setola
  • 1 mela biologica, buccia (facoltativo)
Procedimento
  1. La sera precedente, private le albicocche del nocciolo, lavatele e asciugatele accuratamente, tagliatele a pezzi e mettetele in una ciotola capiente, a cui va aggiunto il succo di un limone e lo zucchero di canna. Mescolate bene, coprite con la pellicola trasparente e riponete il composto albicocche in frigorifero a macerare. 


  2. L'indomani, versare il composto di albicocche, limone e zucchero in una pentola capiente dal fondo spesso, aggiungere la buccia di una mela biologica (facoltativo), precedentemente lavata. In questo modo i tempi di cottura si ridurranno notevolmente. Potete anche non mettere alcun tipo di addensante, in questo caso la marmellata richiederà più tempo sul fuoco per raggiungere la giusta consistenza.


  3. Fate cuocere per 40-50 minuti a fiamma media, mescolando di tanto in tanto per evitare che la marmellata si attacchi sul fondo. A cottura quasi ultimata, aggiungere un cucchiaino di curcuma e mescolate bene per sciogliere tutta la polvere ed eliminare gli eventuali grumi. Continuate la cottura e controllate spesso la densità, quando avrà raggiunto la consistenza desiderata spegnete il fuoco. 


  4. Se preferite una confettura con pezzi di frutta sarà già pronta così per essere conservata, se invece preferite una consistenza più liscia utilizzate un frullatore ad immersione (ricordatevi però di eliminare prima la buccia di mela, nel caso l’abbiate usata). Travasare la confettura ancora bollente nei vasetti di vetro a chiusura ermetica, precedentemente sterilizzati, capovolgeteli e lasciateli raffreddare. Una volta freddi, riporre i vasetti in dispensa al fresco.


Note
  • Invece della pectina, come addensante potete aggiungere la buccia di 1 mela biologica, che poi eliminerete al termine della cottura.
  •  

  • Sterilizzate i vasetti di vetro e i tappi mettendoli a bollire in una pentola grande piena di acqua per almeno 30 minuti.
  •  

  • Una volta aperto il barattolo, conservate la marmellata in frigorifero.

 

 

 

(Sponsored Post)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.