Pane casereccio con lievito madre

Pane casereccio con lievito madre

Non esiste al mondo profumo più delizioso di quello del pane casereccio appena sfornato. C’è qualcosa di meraviglioso in quell’odore inebriante che riempie le narici. Un profumo di buono e di genuino, delle cose semplici di una volta. Quella del pane fatto in casa è una tradizione che si è quasi del tutto persa nel tempo. Oggi, per praticità, lo acquistiamo già bello e fatto, al supermercato o dal nostro fornaio di fiducia, ma un tempo il pane si faceva in casa e la sua preparazione, rigorosamente con lievito madre, richiedeva tanto tempo e fatica. Le abitudini e gli stili di vita frenetici non lasciano molto spazio a quest’arte così antica. Eppure c’è sempre tempo per riscoprire il fascino e il piacere della genuinità di un impasto che lievita lentamente e di quel profumo caldo e accogliente che inonda la casa.

 

 

Farina, lievito, acqua e tanto amore. Non serve altro per dar vita a questa piccola magia nella nostra casa. Poche sono le soddisfazioni che riescono a superare quella di preparare una bella pagnotta di pane casereccio da sé. Perché per quanto sembri uno scoglio insormontabile, in realtà fare il pane in casa è molto più semplice (e poco costoso) di quanto si pensi. Con la ricetta giusta e ingredienti di qualità, sarà una passeggiata. Personalmente, ho sempre avuto un po’ di timore ad avvicinarmi a questo tipo di preparazione, soprattutto quelle in cui era previsto l’utilizzo del lievito madre. L’occasione per superare questo tabù mi si è presentata quando, riordinando la dispensa, mi sono imbattuta in una bustina Pasta madre disidratata con lievito PANEANGELI prossima alla scadenza. E allora mi sono detta che provare non costava nulla, alla meno peggio sarebbe venuto fuori il disastro che mi aspettavo. E invece….

 

 
E invece il risultato è andato ben oltre ogni mia funesta aspettativa: un filone di pane casereccio bello dorato, croccante all’esterno e soffice all’interno. Non riesco nemmeno a descrivervi il profumo che emanava una volta tolto dal forno e, lo ammetto, è stato difficile scattare le foto e allo stesso tempo cercare di resistere alla tentazione di staccare subito un bel pezzo di “cuzzettiello” (il “culetto” del pane, in napoletano, n.d.r.) e gustarlo bollente, quasi ustionandosi la lingua. Come prima volta, per andare sul sicuro, ho seguito alla lettera la ricetta scritta sul retro della bustina di pasta madre, sia per quanto riguarda gli ingredienti sia per il procedimento a doppia lievitazione. Il risultato, come vi dicevo, è stato un pane casereccio davvero buono che ricordava un po’ il sapore del pane che si faceva una volta. E, grazie alla presenza del lievito madre, arricchito con lievito di birra e farina maltata, il pane si è mantenuto morbido e fragrante per diversi giorni.
 

 

Stampa
Pane casereccio con lievito madre
Preparazione
2 h
Cottura
30 min
Tempo totale
2 h 30 min
 
Un pane fatto in casa morbido e fragrante come quello di una volta.
Piatto: Pane e Lievitati
Porzioni: 8 persone
Autore: Enrica
Ingredienti
  • 300 gr farina 00
  • 200 gr farina manitoba
  • 275-300 ml acqua tiepida
  • 30 gr pasta madre disidratata con lievito Paneangeli (in alternativa un cubetto di lievito fresco)
  • 10 gr zucchero
  • 2 cucchiai olio di oliva
  • 1 cucchiaino sale
Procedimento
  1. Setacciare le due farine in una terrina abbastanza larga e mescolarvi l’intero contenuto di una bustina di pasta madre disidratata con lievito (circa 30 gr);



  2. Praticate una buca al centro del mucchio e versatevi dentro lo zucchero e l’olio di oliva. Iniziate ad amalgamare il tutto aiutandovi con una forchetta, aggiungendo poco per volta l’acqua tiepida e il sale. Regolatevi ad occhio perché la quantità di acqua che occorre dipende molto dalla capacità di assorbenza della farina che state utilizzando;


  3. Versate l’impasto sul piano del tavolo infarinato e lavoratelo energicamente per almeno 10 minuti, allargandolo con i pugni chiusi, riavvolgendolo e sbattendolo. Se volete aromatizzare il vostro pane, questo è il momento di aggiungere semi, noci o olive tritate;


  4. Rimettete l’impasto nella terrina infarinata, copritelo, sigillandolo con la pellicola alimentare e lasciatelo a lievitare in un luogo tiepido (come il forno con la luce accesa), per almeno un’ora, fino a quando il suo volume non sarà raddoppiato;


  5. Trascorso il tempo di lievitazione, riprendete l’impasto e stendetelo, aiutandovi con un mattarello, in una sfoglia di circa 60x40 cm. Avvolgete la sfoglia su se stessa partendo dal lato più corto. Porre il filoncino di pane su una teglia rivestita di carta forno e spennellarlo con dell’olio di oliva. Mettere nuovamente a lievitare in luogo tiepido, per un’altra oretta;


  6. Dopo la seconda lievitazione, spolverizzate il filone di pane casereccio con della farina e con un coltello ben affilato praticare dei tagli obliqui sulla sua superficie;


  7. Cuocere per 30 minuti nella parte media del forno preriscaldato a 200°C statico, 190°C con la funzione ventilata. Nel caso abbiate invece un forno a gas, cuocere il pane nella parte alta a 210°C. Se la superficie dovesse scurirsi troppo, coprite con carta alluminio e continuate la cottura. Il risultato sarà un pane casereccio croccante all’esterno e soffice all’interno.


Note
  • Il pane casereccio si mantiene morbido per diversi giorni tenendolo chiuso in un sacchetto di carta o di stoffa.

  • Le dosi di lievito sono ideali per 500 gr di farina, e corrispondono a un cubetto di lievito di birra fresco. Seguendo lo stesso procedimento, potete usare anche la planetaria con il gancio ad uncino, lavorando l’impasto a bassa velocità per circa 10-15 minuti.

  • Anziché un filone di pane grande possono realizzarsi anche dei panini che andranno cotti circa 20 minuti.

 

 

Se provate questa ricetta e volete mostrarmi il risultato postate le foto su instagram usando l’hashtag #morsidistile.

Sommario
recipe image
Recipe Name
Pane Casereccio con lievito madre
Pubblicato su
Preparazione
Cottura
Tempo totale


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *